LI MASTRI DEL CILENTO: LA CUCINA TRADIZIONALE CONQUISTA MILANO!

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Dal Cilento a Milano, è questa la storia de Li Mastri, una famiglia trasferitasi al Nord, che dopo anni nella ristorazione ha deciso di portare un pezzetto della propria terra nel capoluogo meneghino, per riscoprire quei sapori autentici e le tradizioni cilentane.

A partire dagli ingredienti, semplici ma saporiti, Li Mastri, locale a conduzione familiare, si propone al mercato con una cucina tradizionale e una selezione di piatti del Cilento”poveri” ma ricchi di gusto, che ricordano gli autentici sapori di casa. Da Li Mastri infatti tutto è prodotto artigianalmente e in maniera eccellente, con prodotti di primissima qualità.

Proprio nella centralissima zona Moscova, in Via Volta 11, In sala Mirko Gorrasi, ideatore del progetto e giovane sostenitore della sua terra d’origine esaltata al meglio da mani che conoscono bene materie prime ancora poco note, con l’intento di diffondere storia e sapori della terra del Cilento: le mani di suo papà Bruno Gorrasi, chef che vanta oltre 30 anni di esperienza, affiancato in cucina da sua moglie Caterina, regina della pasta fresca che da Li Mastri viene preparata a mano ogni giovedì e dal nipote Francesco Monaco formatosi nelle cucine dei ristoranti stellati.

“Entrando si percepisce immediatamente l’ inconfondibile aria di casa e dei lunghi pranzi di famiglia”

Il Menu

Un menu che ha tanto da raccontare della sua terra, delle sue origini e delle tradizioni, nulla è  lasciato al caso: dall’attenzione alla stagionalità dei prodotti, alle ricette tradizionali, ai piccoli produttori locali, all’amore familiare. Da Li Mastri, tra i primi piatti si possono gustare i f’rricieddi al ragù cilentano di carne di vitello e suino, tipici fusilli al ferretto che vengono preparati in loco dalla signora Caterina che con grande esperienza e simpatia insegna l’arte della pasta fatta in casa, illustrando agli ospiti tutti i procedimenti da seguire. I cavatelli con tonno “Aura” di Luca Cella e i cicci mmaretati, minestra cilentana di fine raccolto, nata in passato unendo gli scarti di legumi e cereali tra cui i fagioli bianchi di Controne, i ceci di Cicerale (entrambi presidi Slow Food), cicerchie, lenticchie, farro e orzo.

Tra i must del ristorante cilentano il Tartanino, panino ripieno di carne di bufala, un prodotto esclusivo esaltato sapientemente e che osa l’abbinamento con le alici di Menaica. I presidi Slow Food e tutta la materia prima arrivano direttamente dal Cilento e compongono un menu fisso che varia ogni tre mesi e che affianca le proposte del giorno.

Li Mastri è un ottimo riferimento per degustare freschissime mozzarelle di bufala di Altavilla Silentina e taglieri di salumi e formaggi tipici del Cilento e del Vallo di Diano durante l’aperitivo.

Anche i dolci sono coerenti con l’obiettivo del ristorante che si pone come vero format d’esportazione della cucina cilentana a Milano e ne reinventa il potenziale: prelibatezze come la ricotta di bufala sono al centro
delle proposte di pasticceria ideali per concludere un pasto cilentano a tutto tondo. Il dessert per eccellenza da provare è il Brunomisù –un omaggio allo chef Bruno Gorrasi: la ricetta prevede il solo utilizzo di ricotta di bufala al posto del classico mascarpone e l’Amaro Teggiano, tipico liquore del Cilento, oltre ad un ingrediente segreto, quale? L’amore per la famiglia e (ovviamente per la buona cucina!)

 

Li Mastri
Via Alessandro Volta, 11 20121 Milano Italia
Li Mastri è aperto dal martedì al sabato a pranzo dalle 12:30 alle 15:00 e a cena dalle 19:30 alle 23:00.
Lunedì e domenica il ristorante è aperto a pranzo dalle 12:30 alle 15:00.

Segui Li Mastri su Facebook
Segui Li Mastri su Instagram

ParlaNtina

Share.

About Author

Peggio di una radio la mia #ParlaNtina vi accompagnerà tra gli eventi più cool della movida milanese, tra location da sogno, nuove tendenze, food experiences and beyond.

Leave A Reply