MINIMALISMO: CASE PICCOLE, GRANDI VANTAGGI…

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

In un’ottica di risparmio energetico e di minimalismo, vivere in una casa di piccole dimensioni ha sicuramente i suoi vantaggi: si impara a vivere con l’essenziale – il che non vuol dire vivere male, bensì in modo ecosostenibile e con un numero ragionevole di oggetti e accessori – si abbattono le tasse sull’abitazione, diminuiscono sensibilmente le spese per il mantenimento come acqua, riscaldamento, elettricità, ecc.

Certo, bisogna rinunciare a qualcosa, per esempio a possedere cinquanta paia di scarpe e trentadue borsette, evitare di fare scorte di cibo da esercito e cose simili.

Ogni centimetro di spazio andrà massimizzato al massimo creando soluzioni funzionali, comode e immediate che ci facciano raggiungere ciò di cui abbiamo bisogno senza sforzi.

Ovviamente l’organizzazione dovrà essere mantenuta perfettamente, lasciando le superfici libere, evitando di dimenticare cose sul pavimento, rimettendo ogni oggetto al suo posto: in una casa piccola il disordine non è concesso!

  1. Soppalcare

Aumentate la superficie disponibile nell’appartamento creando una zona soppalco dove ricavare la camera da letto, o un salottino. La scala che porta al soppalco può essere strutturata come una libreria aperta o con un cassetto per ogni gradino in modo da ottimizzare ogni spazio.

  1. Fino al soffitto

E’ essenziale cercare di sfruttare tutto lo spazio in altezza, con mensole e librerie. Preferibilmente è meglio scegliere una struttura leggera e sottile, ma robusta, in modo da non appesantire un ambiente ristretto.

  1. Scaffali

Sempre nell’ottica di utilizzare tutto lo spazio disponibile potrebbe essere una buona idea quella di posizionare delle mensole sopra le tende, tra l’asta e il soffitto. E’ il luogo ideale per posizionare libri che leggiamo raramente, piante, piccoli suppellettili e dare colore alla stanza

Kaylie Bloming x Instagram @bloomingoaksfarm

  1. Estrarre

Creare degli scomparti da estrarre a sorpresa da scale, gradini, ma anche da sotto il pavimento è un ottimo modo per ricavare spazi per organizzare le proprie cose anche in maniera inaspettata.

Instagram @smart.cottage

  1. Creare superfici

Un’idea furba è ampliare le superfici dove non ce ne sono per ampliare i piani di lavoro. Soluzioni molto semplici sono quelle basculanti, tavoli e ripiani che si piegano con la parete e scompaiono, oppure sagomare un tagliere della misura del lavandino per utilizzare lo spazio quando necessario.

Instagram @mercurymosaics

  1. Luci

Utilizzare fili di luci, al posto delle classiche lampade da tavolo o delle piantante a terra, evita di ingombrare pavimenti e mensole.

In più questi fili luminosi, oggi molto di moda, sono essi stessi degli arredi eleganti con cui creare delicate geometrie a decorazione della camera da letto.

  1. Balcone

Chi ha detto che per godersi un balcone si debba necessitare di una superficie enorme? Basta riciclate un divano o delle poltrone, piccoli tavolini, rastrelliere e mensoline per posizionare vasi di piante e fiori e poi… spaziare con la fantasia! Luci, candele, coperte, cuscini, vassoi, decorazioni… tutto può contribuire a trasformare un anonimo balconcino in un luogo magico!

Smyk Karola x Instagram @smyk_w_kuchni_blog

Simona Bergami

Share.

About Author

Amo viaggiare, scattare foto, cucinare e mangiare; leggo, scrivo ma sono anche Netflix dipendente! Sono diventata Professional Organizer perchè nel tempo che mi rimane devo lavorare e gestire casa, marito e cane... ma senza perderci troppo tempo! ;-)

Leave A Reply