WHO GIVES A FUNK – Music for Good: a Milano la prima tappa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

WHO GIVES A FUNK : Good Music makes you Good
Quando la passione per la buona musica incontra il charity

Che la musica sia benefica in molti modi sia a livello fisico che mentale e apporti tanti benefici al nostro benessere, è la scienza a confermarlo. Allora perché non coniugare in uno stessa occasione della buona musica con il charity in un evento che fa bene al cuore e alla mente?

In questo quadro nasce l’idea di un progetto che sposa divertimento, buona musica, benessere e charity: Who Gives a Funk ha infatti l’ambizioso obiettivo di regalare un’esperienza musicale intima a 360 gradi grazie ad esibizioni uniche di artisti internazionali in in location esclusive italiane e contesti speciali e fuori dalle solite “corde”.

L’idea è quella di realizzare dei format replicabili su territorio nazionale di private concert di artisti indipendenti di blues, rock o folk,  per offrire un’esperienza di ascolto privilegiata, in un’atmosfera raccolta ed intima per apprezzare ancor di più la qualità e vivere un’esperienza memorabile a tu per tu con la musica.

L’iniziativa è volta alla creazione di un appuntamento regolare di iniziative musicali FOR GOOD con grandi artisti internazionali di indie rock, blues, soul e altri generi. Ogni tappa sposerà una nobile causa e concorrerà alla raccolta di fondi  che verranno poi devoluti in beneficenza.

Il primo appuntamento musicale  di WHO GIVES A FUNK-Music for Good, si terrà il 13 settembre nell’esclusiva location di Garage Italia a Milano. A rompere il ghiaccio sarà l’esibizione di King Charles, cantante e polistrumentista dalle sonorità folk, blues e pop, cresciuto artisticamente nel circuito dell’Est End di Londra, per la prima volta in Italia e Filo Vals, giovane artista romano dalle influenze Britpop e dall’impronta reggae.

I fondi raccolti dalla vendita dei biglietti saranno devoluti alle cure mediche di Luchia, che da 20 anni combatte contro la tetraparesi spastico distonica. Luchia potrà affrontare un intervento chirurgico alla Tirol Klinik di Innsbruck e un intenso programma di rieducazione motoria che la renderà finalmente autonoma.

L’hashtag instagram per seguire l’evento: #1stwhogivesafunk.

● ● I biglietti per l’evento sono in vendita online su www.whogivesafunk.com ad un prezzo fisso di 30€ con consumazioni incluse e offerte dal nostro sponsor tecnico Redbull, che ha deciso di supportare la prima serata● ● ● 

Abbiamo intervistato Scilla, la fondatrice, per saperne di più:

Come nasce l’idea di unire due concept così slegati eppure di grande impatto? (influenze e ispirazioni da eventi dall’estero?)

Sono cresciuta nel mondo del volontariato ed e diventato ormai una parte di me. La musica invece è sempre stato il mio grande rifugio e poi con grande fortuna l’ho fatto diventare anche il mio lavoro. Musica di un certo genere pero, blues country rock n roll, indie rock e folk. Quando ho vissuto a Londra trovavo sempre mille concertini in location intime e speciali con artisti incredibili.

Quindi una sera ho provato a unire le mie due più grandi passioni ed e nato WHO GIVES A FUNK, music for good.

A chi è affidata la direzione artistica dell’evento?

A me e a Carolina , mentre i numeri li cura Alessia.

Come selezionate gli artisti indipendenti? Qual è il fil rouge che deve accomunarli ? 

È molto semplice. Li abbiamo selezionati con gli anni, nel dettaglio. Da concerto a concerto: quando senti che, mentre suonano, hai le farfalle allo stomaco e uno stupido sorriso capisci che sei di fronte all’artista giusto. Il fil rouge che li accomuna sono l’allegria e l’energia positiva che creano.

Avete in programma di replicare il format in altre location italiane con l’ambizione di esportare il concept anche all’estero?

Assolutamente si! Il prossimo appuntamento è già programmato per il 13 dicembre al N’ombra de vin con un artista molto molto speciale.

Abbiamo anche qualche proposta di portare Who gives a funk in altre città italiane e all’ estero. Si parla di MadridPerù. 

Qual è il vostro target di riferimento?

Il  target sono persone che credono nelle nostre cause di beneficenza, che credono nella musica e che hanno quel “joie de vivre”!

Un’ultima cosa!

“Senza CandyPop MagSarma BMW , Leader Italia, e Redbull che hanno creduto subito nel concetto charity e musica, non saremmo riusciti a realizzare  il nostro primo concerto.”

È un onore Scilla! Noi siamo pronti! E voi?

Parlantina

Share.

About Author

Mi chiamano ‘Ntina e sono una #PartyHunter, una spietata Cacciatrice di Feste. Peggio di una radio la mia #ParlaNtina vi accompagnerà tra gli eventi più cool della movida milanese and beyond.

Leave A Reply