SANREMO 3 SERATA: LE #CANDYPOP LYRICS CHE AMIAMO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Le #candypop lyrics che amiamo di più…

Mahmood

È difficile stare al mondo
Quando perdi l’orgoglio
Lasci casa in un giorno
Tu dimmi se
Volevi solo soldi soldi
Come se avessi avuto soldi
Lasci la città ma nessuno lo sa
Ieri eri qua ora dove sei papà
Mi chiedi come va come va come va
Sai già come va come va come va
* Mahmood, “Soldi”

******

Nigiotti

Nonno mi hai lasciato dentro ad un mondo a pile
Centri commerciali al posto del cortile
Una generazione con nuovi discorsi
Si parla più l’inglese che i dialetti nostri
Mi mancano i tuoi fischi mentre stai a pisciare
Mi manca la Livorno che sai raccontare
Stasera chiudo gli occhi ma non dormirò
* Enrico Nigiotti, “Nonno Hollywood”

******

Anna Tatangelo

Siamo nudi per la prima volta
senza il timore di fare una scelta e poi non scegliere mai
mai potremo perderci
e più ti guardo e più vedo la parte migliore di noi
ma ormai non serve illuderci
Non c’è bisogno di fingerci forti ed in fondo lo sai
Le nostre anime di notte
Sono più limpide che mai
* Anna Tatangelo, “Le nostre anime di notte”

******

Ultimo

Se solamente Dio inventasse delle nuove parole
potrei scrivere per te nuove canzoni d’amore e cantartele qui
* Ultimo, “I tuoi particolari”

******

Francesco Renga

Sei l’ossigeno che cerco quando resto senza fiato
Il coraggio che mi serve quando sono disperato
La sorpresa che ogni volta
Mi fa sentire vivo
Tu sei un universo che mi riempie le mani
Il mondo si è perso
Tu invece rimani
* Francesco Renga, “Aspetto che torni”

******

Irama

Fare l’amore è così facile credo
Amare una persona fragile meno
* Irama, “La ragazza col cuore di latta”

******

Patty Pravo & Briga

Hai tempo per pensare
Ma intanto dimmi almeno dove il cielo va a finire
Ricorda di giocare
E di portarti altrove
Io resto qui a capire come illuminarmi il cuore
Come illuminarci il cuore
* Patty Pravo & Briga, “Un po’ come la vita”

******

Simone Cristicchi

Dimmi dove vorresti andare
Abbracciami se avrò paura di cadere
Che siamo in equilibrio
Sulla parola insieme
Abbi cura di me
* Simone Cristicchi, “Abbi cura di me”

*****

Boomdabash

Ti aspetterò
Come ad un concerto dall’inizio
Si aspetta il ritornello di quella canzone
* Boomdabash, “Per un milione”

******

Motta

Come quella volta a due passi dal mare
Fra chi pregava la luna
E sognava di ripartire
L’abbiamo vista arrivare
Con l’aria stravolta di chi non ricorda cos’era l’amore
E non sa dove andare
Da quella volta nessuno l’ha più vista
* Motta, “Dov’è l’Italia”

******

The Zen Circus

Mentre lavori dentro un bar, ad una pressa o in un ufficio
E speri ancora che qualcuno sia lì fuori ad aspettarti,
Non per chiederti dei soldi, neanche per derubarti,
Non per venderti la droga e soffiarti il posto di lavoro
Ma per urlarti in faccia, che sei l’unica, sei il solo
Sei l’unica, sei il solo
* The Zen Circus, “L’amore è una dittatura”

******

Nino d’Angelo & Livio Cori

Te posso da ogni luce ca nun tieni
* Nino d’Angelo & Livio Cori, “Un’altra luce”

Share.

About Author

Leave A Reply