PERSONE CHE DOVRESTI CONOSCERE: L’ARTISTA NICOLETTA CANDIANI TRA ARTE CONTEMPORANEA E IL SAC

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Nicoletta Candiani
Artista – e neo mamma – ci racconta del suo percorso artistico e delle scelte che l’hanno portata a creare
SAC – Spazio Arte Contemporanea.
#gettoknowher

Nicoletta, come nasce questo progetto poetico e ambizioso?

SAC, Spazio Arte Contemporanea, nasce dalla volontà di recuperare il primo stabilimento tessile Candiani, datato 1938, ormai in stato di abbandono e convertirlo in un centro artistico culturale, a sostegno, in particolare, della diffusione e conoscenza dell’arte contemporanea.

SAC- Spazio Arte Contemporanea

L’importanza del territorio per la famiglia Candiani. Raccontaci di questa location pazzesca…

I capannoni che ospitano oggi il SAC, sono datati 1938, furono costruiti da mio bisnonno Luigi Candiani, al fine di avviare la produzione tessile di massaua, un tessuto da lavoro blu

In questi capannoni e nella annessa residenza, ora in fase di ristrutturazione al fine di convertirla in residenza d’artista, sono passate tre generazioni della mia famiglia e altrettante delle famiglie di Robecchetto con Induno, paese che ospita il SAC e gli attuali impianti della Candiani Denim. L’azienda è stata in grado di crescere e affermarsi a livello mondiale nei decenni grazie al fondamentale apporto dei concittadini che ci hanno lavorato, il SAC è un modo di restituire alla comunità, ciò che da essa è stato donato alla mia famiglia, creando un luogo di incontro e di interesse sociale.

L’arte contemporanea è spesso vittima di dibattiti. Perché la scelta di creare un punto di riferimento per artisti emergenti? Qual è stata la tua esperienza come artista emergente?

Sono io stessa un’artista emergente, una scultrice, nel progetto SAC ho unito il mio amore per l’arte, in particolare per quella contemporanea e la necessità di costruire un luogo che accolga e lasci esprimere appieno artisti emergenti come me, che trovano ad oggi un mondo dell’arte chiuso al nuovo, soprattutto in Italia.

Nella mia esperienza personale ho incontrato persone eccezionali, professionisti dell’arte, che hanno creduto in me e nelle mie opere e mi hanno permesso di partecipare a diverse esposizioni, purtroppo non è sempre così e spesso farsi notare risulta davvero difficile.

L’artista Nicoletta Candiani & SAC – Spazio Arte Contemporanea

In che modo gli artisti possono entrare in contatto con la vostra realtà?

Gli artisti possono contattarci attraverso l’indirizzo email info@spazioartecontemporanea.com per chiedere informazioni e proporre i loro progetti espositivi. Possono altresì consultare il nostro sito web www.spazioartecontemporanea e le nostre pagine social di Instagram @spazio_arte_contemporanea e Facebook @spazioartecontemporanea.

Quali sono gli artisti/le persone che hanno ispirato il tuo percorso artistico e che ti hanno forgiata come donna?

Dopo un percorso di studi scientifico-economico, ho avuto la fortuna di incontrare il mio maestro scultore, Andros, purtroppo recentemente scomparso, il quale mi ha insegnato l’utilizzo delle resine in scultura.

Per quanto riguarda l’ispirazione offerta da altri artisti, posso affermare di amare in particolare la corrente surrealista e le opere di Dalì e Magritte, sono però tantissimi gli artisti del passato e attuali che arricchiscono la mia visione personale ogni giorno, a volte li scopro e riscopro in mostre istituzionali, altre volte girando per fiere e gallerie.

SAC – Spazio Arte Contemporanea

Progetti 2020?

Da gennaio a marzo il SAC ospiterà la mostra personale dell’artista Francesco Quadri, un giovane dall’incredibile talento.

Da settembre 2020 verranno aperti ad artisti esterni, previa selezione, i laboratori di SAC, per facilitare la realizzazione delle loro opere a fini espositivi nello Spazio.

Da settembre 2020 verranno inseriti corsi di disegno, pittura, scultura e fotografia a titolo gratuito per la comunità di Robecchetto con Induno, previa iscrizione, tali lezioni saranno offerte dalla Fondazione Primo Candiani.

SOMETHING ABOUT NICOLETTA

3 cose che ami: l’arte, il buon cibo, i viaggi.
3 cose che odi: la mediocrità, l’ansia e l’ignoranza.
Colore preferito: blu
Caffè o te? Te
Sushi o pizza? Pizza
Un posto nel mondo: Milano
Un libro: “Il tuo sguardo illumina il mondo” di Susanna Tamaro.
Una canzone: “Over the rainbow”di Israel Kamakawiwo’ole.
Una citazione:  “Il modo più veloce per arrivare in alto in quello che stai facendo è metterlo sottosopra”, Banksy.
3 prodotti di bellezza you can’t live without: gloss labbra trasparente, matita nera waterproof e crema viso esfoliante.

CandyPop Mag Squad

Share.

About Author

Leave A Reply