ZUMA: ATMOSFERA GIAPPONESE E SAPORI ORIENTALI NEL CUORE DI ROMA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Chi non conosce il brand Zuma?
Diventato una meta must da visitare in qualunque parte del mondo vi troviate, Zuma saprà conquistarvi con la sua anima e filosofia orientale.

A Roma, come a Miami, Dubai, New York, Zuma è il luogo per eccellenza in cui concedersi momenti piacevoli in compagnia di amici o della dolce metà.

Il nome del brand, Zuma, è emblematico: significa “allontanamento dal tradizionale”. Il primo ristorante Zuma ha aperto nel 2002, a Londra, in quello che rimane l’indirizzo flagship del  brand, a cui sono seguite le aperture di Hong Kong, Istanbul, Dubai, Miami, Bangkok, Abu Dhabi, Datca Peninsula, New York, Roma e Las Vegas. In cantiere l’apertura di Milano nel 2023 e dei temporary restaurant di Capri e Porto Cervo. 

A Roma Zuma viene inaugurato a marzo 2016 e ad oggi è l’unico ristorante di cucina Izakaya in Italia. Si trova all’ultimo piano di Palazzo Fendi, del quale occupa il quarto piano, di 117 mq con il rooftop panoramico del quinto piano adibito a Lounge bar. La terrazza panoramica conquista a prima vista e si estende su 90mq offrendo un unico panorama sui tetti della Capitale.

Il concept proposto offre infatti una cucina giapponese di alto livello, realizzata con ingredienti ricercati, autentica ma reinterpretata in chiave contemporanea, in uno stile tipicamente nipponico: quello “Izakaya”.

Filosofia Izakaya

Zuma Roma offre una vasta selezione di bevande giapponesi come sakè ( oltre 20 etichette da produttori locali) e liquori tipici, utilizzati anche nella preparazione dei cocktail, che rivisitano in chiave moderna le ricette più classiche creando proposte originali e inconsuete, in un mix di sapori inedito.

Presente in ogni indirizzo Zuma, la Robata Grill è il cuore del ristorante e permette la preparazione di pietanze alla brace come carne, pesce e verdure.

La filosofia gastronomica Izakaya fa riferimento a un approccio alla cucina informale e conviviale, originario del Giappone, che mette al centro dell’esperienza la condivisione tra i commensali.
I piatti di Zuma sono preparati in tre diverse aree: la cucina principale, il Sushi Bar e la Robata Grill, la griglia a carbone giapponese, emblema stesso della filosofia di condivisione.

I signature dish dello chef Dario Schiavo

Tra le proposte più succulente i must da provare assolutamente sono i gyoza, con ripieno di maiale iberico ed edamame con ponzu piccante. Passiamo poi al seafood con una particolare ricciola con salsa al peperoncino verde, l’immancabile tempura, leggera e croccante che ricorda molto simile alla tradizionale tempura giapponese. Tra i signature dish immancabili il maiale iberico con yuzu e salsa al tartufo e l’agrodolce salmone teriyaki.

Location & Design

L’interior design di Zuma Roma è parte integrante dell’intera esperienza. E’ stato progettato dallo Studio Glitt, la società fondata dal designer Noriyoshi Muramatsu. Ispirandosi all’armonia della natura, Muramatsu ha utilizzato elementi come la pietra, il bamboo, il legno per creare un ambiente innovativo e attuale.

ParlaNtina

Share.

About Author

Peggio di una radio la mia #ParlaNtina vi accompagnerà tra gli eventi più cool della movida milanese, tra location da sogno, nuove tendenze, food experiences and beyond.

Comments are closed.