QUARANTENA: NON È TEMPO PERSO!

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Non è tempo perso!
Ho iniziato a scrivere questo articolo alcuni giorni fa fa, quando l’emergenza era già in atto. Avevo scritto di senso civico, di limitare i luoghi di aggregazione, di non chiamare gli amici a casa… Avevo pensato di impostare questo articolo parlando di noia, passatempi costruttivi, ecc

Tra sabato e domenica anche io mi sono ritrovata nella cosiddetta zona rossa (o arancione, non ho ancora capito bene ma poco importa!) quindi non più “invitata” a tenere certi comportamenti ma con misure restrittive più severe.

Tempo 48 ore, un discreto casino che non vi stò a raccontare perché già sapete e tutta Italia ha le medesime misure.

Quindi ricominciamo.
Innanzitutto partiamo da un presupposto: non è tempo perso.
Avete presente tutte quelle volte in cui avete detto “ah se avessi tempo!”, oppure “questa cosa la rimanderò a quando avrò tempo!”, e ancora “vorrei tanto fare quella determinata cosa ma non ne ho il tempo!”. Ecco, adesso avete tempo.

È stato inaspettato, probabilmente non desiderato, ma c’è quindi sfruttiamolo al massimo.

Partiamo dal mattino: non siamo in vacanza, quindi sveglia allo stesso orario, laviamoci e vestiamoci come se andassimo in ufficio; facciamo il letto, una buona colazione e pronti via!

Teniamo ben presente che questa situazione finirà quindi dobbiamo rimanere sul pezzo e farci trovare pronti e attivi al momento giusto.

Ecco come impiegare il tempo che avete a disposizione:
1) Innanzitutto formazione: dedicatevi a corsi on line, cercate aggiornamenti sulla vostra professione, fatevi arrivare a casa qualche manale specifico, prendetevi insomma il tempo di migliorare voi stessi in modo che quando la vita ricomincerà sarete un passo avanti;

2) Formulate nuovi progetti da proporre a nuovi clienti: potete apportare miglioramenti, dedicarvi a nuovi aspetti, fare ricerche mirate per ampliare la vostra clientela. Potete fissare colloqui e meeting tramite Skype o altre piattaforme. Tenete presenti che tutti gli altri sono nella vostra medesima situazione (leggi: chiusi in casa) quindi hanno più tempo per ascoltarvi.

3) Fate pulizia. Dedicate una parte del vostro tempo a riorganizzare il pc pulendolo di tutti i file obsoleti, archiviando le cose utili su memorie esterne, e liberandolo dalle inutilità. Fate lo stesso con la vostra casa: dedicatevi ad un cassetto (o ad un armadietto o ad un ripiano al giorno). In questo modo quando ricomincerete a lavorare pc e casa saranno in condizioni ottimali e sprint!

4) Prendetevi un tempo per voi. È da tempo che sognate di imparare il giapponese? Cercate dei webinar o fissate delle lezioni private con un insegnante via Skype, FaceTime o WhatsApp e cominciate! Volete fare degli esperimenti culinari? Fatelo! Non c’è nulla che ve lo impedisca!

5) Prendetevi cura di chi è solo e lontano. Parenti che non sentite da un po’, amici che sapete essere chiusi in casa da soli. Una telefonata, in questo caso, allunga la vita!

Simona Bergami

Share.

About Author

Amo viaggiare, scattare foto, cucinare e mangiare; leggo, scrivo ma sono anche Netflix dipendente! Sono diventata Professional Organizer perchè nel tempo che mi rimane devo lavorare e gestire casa, marito e cane... ma senza perderci troppo tempo! ;-)

Comments are closed.