AFFRONTA L’ANSIA E REALIZZA I TUOI SOGNI!

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Molto spesso quello che ci frena da apportare un cambiamento nella nostra vita sono le prospettive negative (anzi, catastrofiche!) che visualizziamo. Spesso senza motivo.

Nelle ultime settimane, in questa rubrica abbiamo parlato di brutte situazioni, come quella di ritrovarsi in un ambiente lavorativo pessimo, con bulli per colleghi, eppure non spediamo nemmeno un CV per tentare di trovare un nuovo lavoro.

Allo stesso modo conosco persone arenate da anni nello stesso ufficio, nella stessa mansione, senza nessuna prospettiva di carriera o di miglioramento personale; le sento lamentarsi sempre allo stesso modo, eppure nemmeno loro spediscono un CV per “rischiare” di cambiare lavoro.

E abbiamo tutti almeno una coppia di amici che sta insieme da mille anni, più noiosi di una soap opera sud americana, eppure restano li tristi, senza darsi la minima opportunità di essere felici in una nuova condizione.

Ogni cambiamento radicale, come un nuovo lavoro o un nuovo amore, richiede di uscire dalla nostra zona di confort, fare tabula rasa delle nostre convinzioni e delle nostre preoccupazioni e avere il coraggio di aprire un nuovo capitolo della vita.

Un metodo di approccio è quello di prefigurarsi lo scenario peggiore possibile e trovare delle soluzioni, in modo da essere pronti nel caso in cui si verifichi.

Chiediti quanto segue:
Qual è il peggio che potrebbe succedere?
Qual è la probabilità che accada il peggio?
Di quali punti di forza potresti avvalerti se accadesse il peggio?
Hai già affrontato scenari simili in passato? Se si come ne sei uscito?
Qual è il tuo piano per gestire il peggio se effettivamente accadesse?

Vi assicuro che spesso le difficoltà stanno soltanto nelle nostre insicurezze e che questo esercizio si rivela fondamentale nel focalizzare il modo di affrontare il negativo.

In questo esercizio possiamo pensare di farci aiutare da un amico: una visione differente può aprirci prospettive che non avevamo preso in considerazione, inoltre, un vero amico può suggerirci nostri punti di forza che sottovalutiamo e sminuiamo.

Un amico che ci conosce nel profondo può ricordarci di situazioni negative simili già affrontate in passato e superate facilmente.

Prevenire l’ansia è meglio che affrontarla direttamente!

Simona Bergami

Share.

About Author

Amo viaggiare, scattare foto, cucinare e mangiare; leggo, scrivo ma sono anche Netflix dipendente! Sono diventata Professional Organizer perchè nel tempo che mi rimane devo lavorare e gestire casa, marito e cane... ma senza perderci troppo tempo! ;-)

Comments are closed.