ORGANIZZARE IL PROPRIO SPAZIO PER UN PERFETTO SMART WORKING!

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

pic by Elena Sergienko from Unsplash

Ormai da settimane la situazione sanitaria ha obbligato tutti noi (o quasi) a rivedere il nostro concetto di “ufficio” lavorando direttamente da casa.
Per molti (io per prima) non è una grossa novità perché come freelance lavoravamo già buona parte del nostro tempo in casa, ma per molti è stato un cambio epocale.

Tenete conto che, anche quando (si spera presto!) la situazione si normalizzerà, è possibile che vivremo ancora mantenendo le distanze sociali e che lo smartworking sarà la nostra routine ancora per un po’, ed ecco perché provare a dare una forma al nostro spazio di lavoro diventa una cosa importante soprattutto per aumentare la nostra produttività.

Tenete anche conto che i suggerimenti che seguono possono essere validi per strutturare uno spazio studio per i nostri bambini/ragazzi.

1. LO SPAZIO GIUSTO

Può essere che non abbiate una stanza da adibire a “studio” quindi dobbiamo necessariamente usare un po’ di creatività. Meglio un angolino appartato, lontano da tv, cucina e bambini che giocano.
Possiamo sistemare una scrivania sotto una finestra o in un terrazzo verandato, o in un angolo della camera da letto: se provate a consultare i cataloghi di mobilifici (anche a basso costo) le soluzioni possono essere mille. Quella fai da te può essere banalmente formata da due cavalletti e un asse solido, o un vetro studiato su misura che alleggerisce lo spazio

2. LUCE

Quando scegliamo lo spazio teniamo conto della corretta illuminazione. Privilegiate un luogo in cui poter avere illuminazione naturale il più a lungo possibile per non sforzare gli occhi (quindi no ad avere finestre alle spalle che creano riflessi sul pc). Ovviamente procuratevi anche un lampada da tavolo orientabile all’occorrenza per lavorare (o studiare) di sera o d’inverno quando diventa buio presto.

3. COLORI

I colori pastello sono maggiormente rilassanti, il bianco dà più il senso dell’ordine, l’arancione stimola la memoria: magari non create un angolo tutto arancione ma dei dettagli o degli accessori di questo colore perché no? Anche il verde è un colore estremamente rilassante, e questa sua proprietà è accentuata se data da piante con cui possiamo decorare il nostro angolo.

4. SEDIA

Le sedie della cucina sono concepite per passarci seduti al massimo un oretta, non di certo 8 ore…. Per questo motivo investite su una sedia che vi aiuti a tenere una postura corretta, che vi sorregga la schiena e una altezza regolabile per mantenere un angolo di 45 gradi con le gambe.

5. ORGANIZZAZIONE

Non c’è niente di più fastidioso di pinzare dei fogli… con una pinzatrice senza punti! O avere un dispositivo scarico… e non trovare il cavetto giusto!
Una cassettiera ben organizzata o dei ripiani attorno alla scrivania sono il modo migliore per trovare immediatamente le proprie cose senza perdite di tempo. Aiutatevi con divisori e scomparti per suddividere gli spazi al meglio e con i colori per evidenziare differenti progetti, aree di intervento, gruppi di documenti, parti dell’archivio….

6. ATTEGGIAMENTO

Non meno importante è ovviamente il nostro atteggiamento nei confronti del lavoro in casa. Se noi lo considereremo un lavoro di serie B, anche per gli altri sarà così quindi diamogli la dignità che merita: vestiamoci decorosamente come se andassimo in ufficio; definiamo per bene i momenti per il lavoro e i momenti per pulizie, commissioni, ecc in modo da non farci distrarre; rifiutiamo commissioni per conto di altri onde evitare di dare l’impressione di “essere sempre a disposizione”

Simona Bergami

Share.

About Author

Amo viaggiare, scattare foto, cucinare e mangiare; leggo, scrivo ma sono anche Netflix dipendente! Sono diventata Professional Organizer perchè nel tempo che mi rimane devo lavorare e gestire casa, marito e cane... ma senza perderci troppo tempo! ;-)

Comments are closed.